Pages

30 aprile 2007

L'osservatore

Ritorno alla sceneggiatura per il fumetto con la serie Angel's Friends con i disegni di Federico Nardo (che sono semplicemente straordinari).

Angel's Friends #2
L'osservatore
Soggetto di Bruno Enna
Sceneggiatura di Fabrizio Lo Bianco
Disegni di Federico Nardo
Chine di Antonietta Filippi
Colore di Giulia Basile

Euro 4,90 (con gadget)
Edizioni Play Press

Serie ideata da Simona Ferri


Il numero è in edicola ed è stato presentato ufficialmente alla recente Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna. In quell'occasione ho fatto qualche foto (teribbbile: la scusa è che, effettivamente, c'era tanta gente e non riuscivo a inquadrare bene. La realtà è che per me la macchina fotografica appartiene alla categoria dei misteri imperscrutabili).

8 commenti:

Davide Barzi ha detto...

Grazie, Fabrizio.
Finalmente, quando commenteranno acidamente un post fotografico sul mio blog per la mia proverbiale incapacità, potrò rispondere: "Beh, e fabriziolobianco, allora?".

Fabrizio ha detto...

Prego, Davidone.
Mi sento un po' in colpa perché io, senza averti detto niente, già da tempo rispondevo ai sofisticati del 100 ASA con un "E davidebarzi, allora?".

Giulia Basile ha detto...

Ma Fabrizioooooooo, che bello sei andato alla presentazione! Io ero col pensiero di Napoli e non ci son potuta andare ;__; comunque, c'è qualcosa di sbagliato nel tuo post...ehm ehm...e riguarda i colori...cof cof ;)

Fabrizio ha detto...

Scusa Giulia!!!
Ho fatto confusione con i credits della copertina! Ora ho corretto :-)

Ketty Formaggio ha detto...

In edicola oggi l'ho visto, ma quella coccinella è davvero terribile(con tutto il rispetto, il gadget è l'unica cosa che non mi piace! ^__^). Perchè non si può comprare senza gli orribili gadget? tra quello e Lys mi sto riempiendo la casa e le mie nipotine non li vogliono più. Sigh!
Ciao Fabrizio!
Appropò, letto qui?
http://www.lospaziobianco.it/3809

Fabrizio ha detto...

Ciao Ketty,
scelte editoriali della Play...
Ho letto l'articolo che mi hai segnalato. Mi sembra una critica ben argomentata ma, per quanto mi riguarda, solo in parte condivisibile. Il pezzo cala decisamente di tono quando rivela implicitamente che l'autore ha letto solo i primi due episodi (mentre in edicola sta per uscire il quarto).
Parlo a ragion veduta, avendo collaborato per anni con fanzine e siti di critica fumettistica: fare critica seria è difficile (e il sito che tu segnali è uno dei pochi che ci prova), ma ancora più difficile è "fare". A parole siamo tutti bravi a centrare i target, suddividerci fette di lettori/mercato, intercettare i gusti dei ragazzi/bambini... Poi però, quando esce un prodotto professionale, onesto e, concedimelo, di livello superiore alla media, non gli si perdona che non sia... "ancora più elevato".
Bel fumetto, ma sarebbe stato ancora meglio se...,come al bar, quando tutti sono bravi allenatori e saprebbero meglio del ct campione del mondo quale formazione schierare, con quale modulo, ecc.
Ci vorrebbe un Truffaut anche nel piccolo mondo del fumetto italiano, un critico che ti dice come si dovrebbe realizzare un fumetto "di qualità" e poi, in concreto, lo realizza lui, ottenendo quei risultati che rimprovera agli altri di non aver ottenuto.

Ketty Formaggio ha detto...

Ciao Fabrizio, la critica in effetti non ha tenuto conto degli sviluppi di Lys, io che so cosa c'è dopo posso dire che è un bel fumetto sotto tutti i punti di vista. Per la critica a fumetti, in questo periodo sulla rete se ne parla così tanto che io non so davvero se posso aggiungere qualcosa di sensato al discorso. Cmq alla fine ho comprato anche Angel's friend 2. Mi ha deluso trovare così poco fumetto e così tanto editoriale :( e questo mi farà probabilmente desistere da prendere altri numeri. Mi dispiace perchè il fumetto è davvero bellino e mi sto affezionando ai personaggi. Cercherò di ricredermi al prossimo numero.
Ti abbraccio, buon lavoro!

Fabrizio ha detto...

Mi riferivo non tanto agli sviluppi futuri (ci mancherebbe altro, come potrebbero conoscerli?) quanto a ciò che già adesso è in edicola.
Comunque, tanto per non essere frainteso, ben venga una critica così argomentata e ragionata. Il fatto che non ne condivida totalmente le conclusioni non significa che non apprezzi la serietà dell'approccio critico.
Un abbraccio anche a te :-)