Pages

01 febbraio 2007

"Lys" al Bioparco di Roma

Domani, venerdì 2 febbraio
ore 12,00
Bioparco di Roma, Villa Borghese

Nella libreria del Bioparco (sulla sinistra subito dopo l'ingresso) verrà presentato il primo numero di "Lys", il fumetto creato da Katja Centomo, Antonello Dalena, Paolo Maddaleni e Giulia Basile.

Saranno presenti gli autori della serie, l'agenzia Red Whale al completo, l'editrice Tridimensional e la stampa, oltre a 50 ragazzi della scuola media Giulio Milanesi di Roma che parteciperanno ad una lezione-gioco sull’ecologia condotta dal grande Lello Arena.

8 commenti:

Marco ha detto...

Peccato, mi risulta un pò fuori mano... :(

Anonimo ha detto...

Aspettiamo di sapere le reazioni dei bimbi e del pubblico! Che bello, fumetto in mezzo gli animali!
ketty formaggio

Fabrizio ha detto...

Ciao Marco,
eh, lo so, neanch'io ce l'ho fatta a essere presente, mannaggia :(

Ciao Ketty!
Pare che le prime reazioni dei bambini delle scuole presenti al Bioparco siano state entusiastiche!

il matta ha detto...

mannaggia! l'ho scoperto la sera prima ma avevo già una cosa da fare! aspetto trepidante il tuo numero...da fonti sicure mi hanno detto che i prossimi numeri sono tutti un crescendo. sono fiducioso.

Giulia Basile ha detto...

È stata veramente una bella esperienza :)))

Che brutta la lontananza Fabrizio :(

Matta, tu che fine hai fatto!!!!!!!

Comunque ho messo qualche fotuzza sul mio blog ;)

Fabrizio ha detto...

Mitico Matta!
Grazie per la fiducia :)

Ciao Giulia!
Mi precipito subito a vederle!

Anonimo ha detto...

salve oggi è il 23 ma da noi a torino non è ancora uscito e sul giornalino c'era scrittoche sarebbe uscito il 19
perchè non esce il secondo?

Fabrizio ha detto...

Si tratta di un ritardo intenzionale: la rivista è uscita il 19 gennaio e la promozione televisiva (e l’altra pubblicità apparsa su periodici e sul mensile delle Winx) è uscita dopo la presentazione fatta al Bioparco. In questo modo l’editore ha deciso d’accordo con la distribuzione di tenere il giornale in edicola alcuni giorni in più proprio per sfruttare quanto più possibile gli effetti della pubblicità.
Ciao