Pages

15 febbraio 2007

Cin cin (cìncin, assaggia e poi mi dici)

Due note veloci sul grande Sergio Toppi. La prima riguarda la sua ultima fatica editoriale in Francia, uscita per la Mosquito a fine 2006: si tratta di un portfolio di 10 preziose serigrafie per collezionisti intitolato David et Goliath. Forse è superfluo dire che, trattandosi di Toppi, le illustrazioni sono superbe.

L'altra nota è legata all'iniziativa editoriale del Corriere che propone settimanalmente le famose Garzantine, uno strumento utilissimo soprattutto per chi studia. Ai tempi dell'Università (eoni or sono) ricorrevo spesso al tomo sull'Arte per cercare soprattutto autori meno conosciuti o avere conferme a improvvisi dubbi esistenziali tipo 'Picasso, di nome, faceva Pablo?'. La cosa che mi dispiaceva era che l'unico accenno al fumetto in questo mattone fosse nella voce dedicata a Lyonel Feininger.

Nell'edizione attuale invece i volumi sono diventati due e il primo di essi dedica al fumetto un capitolo di ben 5 pagine, oltre a riservare voci apposite ad autori come Battaglia, Caniff, Schulz, Crumb, Pazienza, Altan, Spiegelman, Bilal, Pratt, Moebius, Mattotti e, ovviamente, Toppi.
Giustizia sarebbe dunque fatta, se non fosse che - proprio nel caso di Toppi, per esempio - troviamo poco più di una secca nota bio-bibliografica. Almeno nel caso di Battaglia e Pratt c'è invece una mezza riga di lettura critica del segno.
C'è da dire che non bisogna fare troppo gli schizzinosi e che, dopo aver visto quel programma su Italia Uno sulla Casotto dell'altra sera, di fronte allo sdoganamento fumettistico della Garzantina - Arte c'è solo da stappare lo champagne.
E allora 'cin cin'.

31 commenti:

Francesco Artibani ha detto...

"…diventeremo amici!"

Davide Barzi ha detto...

Il fatto che abbia colto la citazione di Francesco significa che sono vecchio, vero?

Francesco Artibani ha detto...

No, solo che hai una buona memoria per le cose sbagliate, come me!

Fabrizio ha detto...

E che alle 11 di sera eravamo sintonizzati sullo stesso canale, a fine anni '80!

Davide Barzi ha detto...

Come "a fine anni '80"? Perché, la trasmissione è finita? Io sono ancora qui che aspetto la nuova puntata, pensavo fosse semplicemente in ritardo!
Ok, spengo la tv e vado a dormire.
Buonanotte.

Francesco Artibani ha detto...

Se sulla Garzantina dedicata all'Arte non c'è la voce "colpo grosso", il libro evidentemente non è granchè.

Fabrizio ha detto...

Lasciamo perdere, una delusione totale: non c'è nemmeno Smaila Umberto!

il matta ha detto...

Mmm...devo cercare di decifrare il codice segreto che si cela dietro queste frasi solo apparentemente senza senso. C'è un oscuro collegamento tra le Garzantine, il Bivio, l'amicizia, gli anni 80 e Colpo Grosso. Se indovino....si vince quacchecosa?! ;-)

Davide Barzi ha detto...

No, se indovini non vinci niente, ma se non indovini sei costretto a toglierti un indumento.
Vedi tu.

Fabrizio ha detto...

E se sei proprio in difficoltà puoi sempre usare la fiche cadeaux Panto, non dimenticarlo.

Francesco Artibani ha detto...

E vogliamo sorvolare sul "tutto su"? O anche, a scelta, "tutto giù"? Le possibilità sono veramente varie…

Bruno ha detto...

Ma, non vorrai dirmi che non ti è piaciuto quell'interessante documento televisivo sulle pulsioni sessuali della ex desperate housewife, Giovanna Casotto?
A tratti, mi è sembrato che fosse prodotto dalla Gialappas Band e che da un momento all'altro, nelle ricostruzioni filmate della sua vita, saltasse fuori Medioman a trarla dall'impiccio! Ah, che bella operazione nostalgica.
Poi dicono che in Italia, in TV non si parla di fumetto !
;-))

Francesco Artibani ha detto...

Certo è che a furia di indossare per settimanela stessa biancheria croccante, una casalinga disperata lo diventi per forza. Si parla di fumetto in tv, ma quando vedi Manara in platea e la Casotto al centro della scena, allora forse c'è qualcosa che non funziona…

Fabrizio ha detto...

Ghhh... 'croccante' in effetti rende l'idea della disperazione (soprattutto di Brass che la voleva a tutti i costi!)

Francesco Artibani ha detto...

E' una realtà sconvolgente.
Per esempio io sono in contatto con una feticista di Chivasso che mi compra i calzini usati a 10 euro al paio. Il vantaggio è che me li rimanda lavati dopo una settimana. E' un vero circolo vizioso.

Fabrizio ha detto...

Beh, 10 euro non è male, però il valore aggiunto ce l'hai quando i pedalini sono stati messi a dura prova da attività podistiche (nella benemerita trasmissione si parlava infatti di 'mutande post-pedalata' che sono ben altra cosa rispetto a quelle, che so, 'post-cena al Cafè Atlantique').
Una curiosità: la chivassese è mica quella che conduce un programma sul calcio la domenica pomeriggio? Questo spiegherebbe il suo look sempre più aggressivo.

Francesco Artibani ha detto...

No, è quella che faceva il mirtillo nella bella trasmissione di cui si è parlato finora.

il matta ha detto...

Aiutoooooo! Il mio cervello non riesce a sostenere il peso di tutti questi giga di informazioni! Chiederò aiuto al mago Otelma...o magari al mago Casanova, se costa meno. Dio benedica gli sceneggiatori di fumetti che ne sanno sempre una più del diavolo (che veste Prada, ma noi fumettari non ce lo possiamo permettere).

Ps: Ciao Francesco! Benvenuto nel mondo dei blog!

Francesco Artibani ha detto...

Grazie del benvenuto. L'intenzione è di intervenire solo su argomenti seri, come in questo caso.

Davide Barzi ha detto...

Accidenti, vorrei dire la mia, ma ormai il livello è così alto che mi sento inadeguato...

Fabrizio ha detto...

Va bene, va bene, va bene, ricominciamo:
"... brinda alla fortuna, festeggia con noi!"

Francesco Artibani ha detto...

"…Cin Cin!"

Bruno ha detto...

Fab con riferimento alla nostra ultima conversazione telefonica, ti ringrazio per avermi informato del fatto che in 'quella tramissione', uno degli autori (che noi ben conosciamo) si è mostrato in mutande leopardate. A me il particolare era sfuggito e adesso non posso fare a meno di immaginarmelo così, ogni volta che ci penso. E dire che ho alcune fotografie nelle quali io e te (con l'onnipresente smoky man) figuriamo assieme al tizio di cui sopra!
... Corro ad occultare le prove, tanto non ci ricaverei nulla se vi ricattassi!
:-))))

Fabrizio ha detto...

Per il Matta Mattalione:
Manlio! E' tutto sotto controllo: stiamo sempre parlando di quel programmone, "Colpo Grosso", ma ogni tanto debordiamo sbagliando strada al Bivio! C'è un filo sottilissimissimo che lega le due cose!
Ah, come dice il Davidone, quando il livello della discussione tocca certi livelli è difficile stare al passo...

Per Bruno:
Orca, avevo scordato quella compromettente polaroid: cancella subito smoky man!

mauro ha detto...

Ciao Fabbrì come stai? Oh grazie del commento al mio disegnino, sono contento se ti è piaciuto.
Ciao.

Bruno ha detto...

Ora che mi ricordo, in quella foto c'è anche Michele Medda e Pier Gallo. Roba da compromettere mezza Italia! :-))))))

Lucia P. ha detto...

tsk!tsk!non posso credere che ci siano 26 commenti sulle donnine cellulitiche e smutandate di "Colpo Grosso"! Per compensare, il prossimo post e relativi commenti dovranno essere TUTTI sul pensiero filosofico di Schopenhauer :-)))))

Fabrizio ha detto...

28, per l'esattezza!

Francesco Artibani ha detto...

Effettivamente sarebbe l'ora di finirla e ridare un senso a questo blog.

Fabrizio ha detto...

Tut, tut, troppo facile: un blog sensato che parli di Schopenhauer lo sanno fare tutti, ma quanti (a parte Mollica) sono capaci di partire dalla Bibbia e finirla con Smaila?

Bruno ha detto...

Beh, tra le nostre dissertazioni sulle le donne rapportate alla loro presenza in trasmissioni come 'Colpo Grosso' e la considerazione che aveva Schopenhauer nei confronti del sesso femminile, se fossi donna credo che sarei più propenso a scegliere le prime.
Forse l'esempio di Lucia P., non è stato proprio calzante!
(E così, diamo pure una sana sterzata in materia di qualità dei contenuti di questo blog!).
;-P