Pages

31 luglio 2007

Memento autoincensare semper

Ehr... da tempo sognavo di poter dire anch'io 'sta roba qui: ecco a voi la prima (credo!) recensione francese su un lavoro al quale ho collaborato (oh, l'ho detto). E' tratta dal sito Auracan - Toute l'actualité BD sur le Net.

Toppi, une monographie (Mosquito)
Et une monographie de plus chez Mosquito, une ! Cette fois, le Grenoblois Michel Jans s’attaque à un grand méconnu pour lequel il travaille à « populariser » l’œuvre depuis de nombreuses années déjà : Sergio Toppi.

L’ouvrage est de la même facture que les précédentes monographies : ouvert, intelligent, brassant le parcours de l’auteur italien de la manière la plus large possible, depuis sa plus tendre enfance jusqu’à aujourd’hui, et en le replaçant dans le paysage local. Cet auteur, qui compte parmi les plus importants créateurs de BD, affiche une belle et longue carrière : ses premiers dessins ont été réalisés pour l’Enciclopedia dei ragazzi pour les éditions Mondadori en 1953 !

Comme toujours, de longs entretiens (menés par Michel Jans et Fabrizio Lo Bianco), déjà parus dans divers supports pour la plupart, des articles sur des points particuliers (comme cet excellent texte intitulé Le Travail sur le signe), une biographie très précise, le tout agrémenté de dessins, pour certains inédits jusqu’à présent, qui montrent la diversité et la richesse du trait de l’auteur italien.

Michel Nicolas

12 commenti:

smoky man ha detto...

tradurla??? Almeno in kasteddaio??? Aho, Alain Delon ;)

Fabrizio ha detto...

Ma certo, che sciocco che sono! Vediamo se con Babelfish il francese>kasteddaio funziona:

Arrazz'e opera bellixedda custa monografia ki nos si kistionara de unu de is prus importantis artistas de su Continenti.
Su ki prus nos importara, però, esti sa bravura de su criticu, cust'istedda nascenti de su firmamentu de is sceneggiatoris mondialisi: Lo Bianco. No pari beru ki finzas' a s'annu passau custu zovvunu fiara arregollendi cocciulas in su Poettu impari cun s'amigu de iss'e tottu, smokyman o cummenti arrabiu si zerriada. Oi, po' nai sa beridadi, podeus kistionai de un grandu sceneggiatori de fumettusu beniu dae sa terra nosta e affermau meda in Milanu e finzas in Roncaro, ua biddixedda pittia ma, emus a nai "strategica", accant'e Pavia.
Cust'opera du consacrada definitivamenti in Francia, a sutt'e sa Torreiffelli. A liggi custu libru ti 'eniri una gana de... de sighii a liggi e cannossi de prusu custu grandu personaggiu: Lo Bianco.
A unu certu puntu t'as a domandai: "ma icustu libburu no deppiara kistionai de Sergiu Toppi?". E infattisi: scetti ka s'egocentrismu de igustu scrittori è mannu meda e no arrennescisi a ponni menti a atru ki a sa scrittura bella bella de Lo Bianco.

smoky man ha detto...

mi d'arregordu beni kandu imparisi femmusu arregollendi kocciula a su Poettu. Ta figura leggia che faemmu, aicci disperausu...
comunca, custu Lo Bianco kini esti? Ma non si doppiara kistionai de igussu Mannu Artista chi si zerriara Sergiu Toppi?

asibiri, Katrin Denev!

francesca ha detto...

non vale non vale :)

PULCI ha detto...

Visto che è in francese, ti potresti reputare un GALLOglotta! ;)

Capitan Ambù ha detto...

Bai che lo Biancu non esti unu cognommi kasteddaiu ajò, ma itta mi seisi contendi.
Custu è Biancu de pilu no de nomi, no porir'essi...
Nara ma cussu kasteddaiù è cussu chi s'izzerria Toppi...

(vers sass) eggiu cumpresu tandu, embè!

Antonio ha detto...

E nella lingua più nobile di tutte, lu sassaresu (caz)?

Complimenti... ma Cisponi che dice?

bruno enna ha detto...

Francesca ha ragione: non vale. Almeno traducete in sassarese...

Bruno

Dimenticavo: complimenti Fab!

Fabrizio ha detto...

Mitici amici,
premesso che Francesca ha sempre ragione, che ammetto di essere un Galloglotta e che mi iscriverò a un corso di sassarese (tenuto dal Capt. Ambù), vi voglio ringraziare per la fiducia e per questo ricambio postandovi la traduzione italo-babelfishica della recensione. La incollo così, alla lettera:


Ed una monografia di più a Mosquito, una! Questa volta, Michel Grenoblois Jans si attacca ad un grande trascurato per il quale lavora "a diffondare"?uvre da numerosi anni già: Sergio Toppi. Il lavoro è della stessa fattura delle monografie precedenti: aperto, intelligente, trattando il percorso dell'autore italiano del modo più ampio possibile, dalla sua infanzia più tenera fino ad oggi, e replaçant nel paesaggio locale. Quest'autore, che è fra i più importanti creatori di BD, pubblica bella e lunga carriera: i suoi primi disegni sono stati realizzati per Enciclopedia dei ragazzi per le edizioni Mondadori nel 1953! Come sempre, lunghe interviste (condotti da Michel Jans e Fabrizio Lo Bianco), già sembrati in diversi appoggi per la maggior parte, articoli su punti particolari (come questo testo eccellente intitolato il lavoro sul segno), una biografia molto precisa, la totalità decorata di disegni, per alcuni inediti fino ad oggi, che mostrare la diversità e la ricchezza della caratteristica dell'autore italiano.

francesca ha detto...

ehm... era più chiara la versione francese ;-)
le traduzioni con traduttore automatico sono sbellicanti. Al lavoro ogni tanto ci arriva qualche mail tradotta con questo simpatico "mezzo". Allora la stampiamo e la attacchiamo al muro evidenziando i passi più comici ed assurdi. Gustosissime risate. Ci si potrebbe fare un libro :)

p.s. vengo qui più o meno ogni giorno ma verrò ancora più spesso vista la perenne ragione accordatami ;-)

francesca ha detto...

su su, quando torni? :)

Fabrizio ha detto...

Ciao Francesca!
Torno presto, è che da qui posso connettermi saltuariamente. Dal 3 riavrò la mia cara adsl...
Un abbraccio :)