Pages

29 ottobre 2006

Nostalghija

Nessun uomo è un'isola, ma ci sono volte in cui ti senti isola in un'isola, con una nostalgia struggente per la tua, di isola.
Allora cerchi frammenti, brani, stralci, riverberi di quella terra che hai lasciato con rabbia e che, porco cane, vorresti ti rivolgesse una parola, un gesto, un segno per dirti che la guerra è finita.
Tancas serradas a muru...
E' questa consapevolezza arida di un amore finito a straziarti il cuore, a renderti impossibile sognare, a ribadirti che recidere è vivere.

9 commenti:

Ale ha detto...

no dai Fabry è lunedì non ti ci mettere pure tu.... :D

Fabrizio ha detto...

Ciao Ale... Ale chi?

Bruno ha detto...

A giudicare dall'umore, forse sarà "Aleee, Oh Oh! Alee Oh Ooohh!"

:-)))) (sa cazzara!) :-)))

fabiano ha detto...

E invece no!!! Io sono quella fottutissima isola di Ibiza!!!!

Anonimo ha detto...

Non c'entra assolutamente niente, ma vatti a leggere la voce che Wikipedia dedica a Monster Allergy, al paragrafo "Style"...
esilarante!
Anonimo Bonelliano

Ale ha detto...

nooo, sono Ale el capron

Fabrizio ha detto...

Ah, ecco!!! Ciao Ale! Lasciami godere lo strippo nostalgico, che poi quando torno nell'isola mi passa :-)

Anonimo ha detto...

Tancas serradas a muru
fattas a s'afferra afferra,
chi su chelu fid in terra
l'haiant serradu puru.


nessuno sfugge da Nuraiò.
nessun povero diavolo si libera dal suo passato.



Su Lepa.

Fabrizio ha detto...

Ciao Su Lepa,
non sai quanto mi piacerebbe conviverci col mio passato, ma in maniera meno conflittuale. Della mistica della sconfitta farei volentieri a meno.
Un caro saluto.