Pages

25 giugno 2008

Due cuori e una ciabatta

Che palle 'sti gatti. Anzi, diceva "E 'sti gatti!" divertito per l'assonanza con un'altra frase idiomatica. Lucio la pensava proprio così. Pare avesse tante cose a cui pensare, però dedicava buona parte del suo tempo all'unica cosa sulla quale aveva la certezza che non valesse la pena perdere tempo: i gatti. 
La sua vita era ricca di colpi di scena come un film di John Woo, così almeno ripeteva a tutti quelli con cui si lamentava dei gatti. 
Una vita talmente piena che a malapena trovava il tempo per stigmatizzare quelli che dedicavano il loro ai gatti. 
E questo gli costava sacrificio ma, a malincuore, se ne faceva carico. Era una sporca battaglia, la sua, ma qualcuno doveva comunque portarla avanti. 

Dopo il lavoro che, come amava ricordare, lo teneva costantemente impegnato, passava di casa in casa a controllare se amici e semplici conoscenti per puro caso o deliberatamente avessero dei gatti circolanti a zampa libera per il salotto.
A uno spiegava quanto dannosi fossero i peli di gatto svolazzanti per il tinello, a un altro raccontava che l'attaccamento morboso ai gatti era indice di immaturità e carenza d'affetto.
Poi tornava a casa, mangiava una pastasciutta al volo e si collegava alla grande rete per cercare l'unica cosa che, diceva con tono grave, non sarebbe valsa il costo di una connessione: i gatti.
Gatti in tutte le pose. Gatti dormienti, gatti autopulenti, gatti litiganti, gatti copulanti, gatti armati, gatti cantanti, gatti suonanti pianoforti, gatti sveglianti padroni dormienti. 
Concludeva la sua giornata scrivendo a blog e forum gattofili schernendoli per la loro perdita di tempo e denaro appresso ai gatti.
Soddisfatto per averle cantate a mezzo mondo e ancora vibrante di sdegno, andava finalmente in camera sua. Abbassava le tapparelle, ma non prima di aver urlato e scagliato una delle sue decine di ciabatte contro l'unico elemento di disturbo del suo condominio: Spin, il gatto dei Salis che ogni sera intonava i suoi canti d'amore a Matilda, la gatta dei Curto.   
Poi Lucio caricava la sveglia, scostava il lenzuolo e si coricava, finalmente sereno. Abbracciato a Minou, la sua gatta di pelouche.

23 commenti:

smoky man ha detto...

fuso come 1gatto sei :)

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

E non ho ancora pubblicato la seconda parte, quando irrompe la polizia a casa di Lucio e lo sorprende con l'hard disk zeppo di foto di gatti discinti e lo arresta per zoofilia...

ketty ha detto...

Fabrizio, sei un genio!
Inoltre sai usare i messaggi nascosti all'interno del testo letterario.

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Ti ringrazio per i complimenti, Ketty, ma a Cesare quel che è di Cesare: l'autore del racconto è messer Puck in ciccia e pelo.

Danilo ha detto...

Siccome ad Attila non piace molto leggere, vorrebbe sapere se poi ci fai un cartone...

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Abbiamo già un accordo di massima con una grossa casa di produzione che normalmente produce storie di un topo, ma in questo caso farà un'eccezione. Dobbiamo poi contattare Danny Elfman per la colonna sonora. Probabilmente gli toccherà mollare i Simpsons per Puck, ma è convinto che ne valga la pena.

Ed! - il blog a fumetti ha detto...

davvero davvero divertente e ben scritto ^_^
molto intelligente nella sua semplicità.

grazie alla Ketty che l'ha segnalato.

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Grazie Ed!
E complimenti per le strisce di Bonny-Ed :)
Ti aggiungo tra i link :)

PS. grazie a Ketty anche da parte mia!

Ed! - il blog a fumetti ha detto...

beh, cavolo, grazie. Molto lusingato :)

ciao!!!

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Grazie a te!

Danilo ha detto...

ma no, grazie a voi.

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Ringraziamoci. E scuotiamoci le mani [cit.].

Stefano Raffaele ha detto...

E allora abbracciamoci tutti.
Anche le mie 3 miciotte ringraziano, commosse.

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Prevalga l'amore!

IL GABBRIO ha detto...

Un miagolio ci disseppellirà tutti...

Vengo dal sito di Michele Medda e vedo che è una piacevole scoperta!
Al prossimo post! : )

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Grazie Gabriele, benvenuto :)

Daniele Mocci ha detto...

PURRRRRRRRRRR...
fece il gatto al primo giro di ruota sul suo morbido pelo.

Poi la sega circolare affondò dentro di lui, separandolo dalle sue illusioni.

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Truculento!

ggrillo ha detto...

eh eh.
forte.
non vedo l'ora di leggere la II parte!

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Grazie Giò!
Per leggere la seconda parte sarà necessario esibire un certificato di libera lettura firmato in calce dal Re in persona :)

Alessia Buffolo ha detto...

Wow! Mi sono persa la prima parte!
C'era una prima parte no?! Mi era parso di sì! Ma forse no... Boh
Beh, comunque nn vedo l'ora di leggere il seguito! Per il permesso Attila mi ha garantito che il re è suo amico e nn ci saranno problemi ^_____^

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

Ciao mitica!
No, finora non era prevista una seconda parte, ma Lucio è un tipo imprevedibile!
Il Re è l'amico di Attila per antonomasia :)
Verifica tu stessa qui:
http://emoacre.blogspot.com
Uno dei migliori blog dai tempi de Marconi!

Alessia Buffolo ha detto...

Ciauz ^_^ vò a vedè